Posts | 2010

06/10/10

Google Instant e la morte dei SEO?

I motori di ricerca sono in continua evoluzione. Da qualche tempo Google ha introdotto una nuova funzionalità denominata “Google instant” che aggiunge dinamismo e un’ulteriore sensazione di real-time nelle ricerche.

Il motore di ricerca diviene sempre più potente: ora è in grado di anticipare le ricerche dell’utente stesso e proporre ulteriori possibilità di ricerca.

Alla base di tutto c’è un nuovo evoluto algoritmo di IA, integrato nel motore di ricerca stesso. Ottimo certamente, ma… che dire del mestiere del SEO? Sarà ancora possibile procedere all’ottimizzazione dei siti per la ricerca come oggi sappiamo oppure si profileranno tempi duri?

Quello che è certo che alcune (molte?) delle regole cambieranno, ma mi auguro che saranno sempre più privilegiati i contenuti e non tanto i “trucchi e stratagemmi” ben noti! Quindi ben venga il cambiamento anche perchè, se di certo i SEO (me compreso) sapranno presto come adeguarsi, la speranza è che sia sempre più garantita l’equita e la correttezza delle ricerche. Staremo a vedere…

http://www.innovando.it/google-instant-e-la-morte-dei-seo-21225.html

01/09/10

Sviluppare un sito con e-commerce…

A volte, parlando, sembra quasi che avere un sito web dotato di e-commerce sia ormai un fatto di moda… pochi percepiscono che in realtà si tratta di una cosa molto seria. E’ innanzitutto, a tutti gli effetti, un negozio al quale in Italia (ma anche all’estero) si applicano una serie di leggi e regole. Che non vanno ignorate e sulle quali occorre documentarsi bene prima di partire con lo sviluppo.

Non ci si può improvvisare mercanti sul web, nonostante l’apparente facilità. Bisogna anche capire se e come questo strumento (il commercio elettronico) sarà in grado di incrementare le nostre vendite. Quindi essenzialmente un sito con e-commerce rappresenta un investimento per il futuro e in quanto tale, una volta valutati accuratamente rischi e benefici, richiede anche il giusto lavoro di sviluppo, da affidare a persone esperte. E non ammette risparmi.

Fondamentalmente tre sono gli aspetti da considerare:

  • Struttura: hosting, piattaforma di e-commerce, layout grafico
  • Contenuti: testi, fotografie, schede prodotto
  • Promozione: posizionamento sul web, campagne di marketing

Tutti questi ingredienti non possono mancare, per la buona riuscita del progetto. Dopodichè occorre un certo lavoro anche da parte del cliente che deve mantenere sempre aggiornati i prodotti (servono anche immagini e testi accattivanti se si vuole emergere sulla concorrenza!). Quindi un sito con e-commerce è essenzialmente un grosso impegno, che può dare anche grossi frutti. Per approfondimenti:

06/07/10

Il costo di un sito web: sviluppatore vs cliente

Argomento dolente! Anche quando si realizzano dei siti o dei portali web di qualità, è sempre estremamente difficile farsi riconoscere dal cliente il giusto prezzo. Non si capisce per quale ragione, ma la realizzazione di un sito web (parlo sempre di lavori di una certa qualità, ovviamente) difficilmente viene percepita dal cliente come un vero lavoro.

Io sono solito dire che la realizzazione di un sito web equivale più o meno al “lavoro di un sarto” che cuce per il cliente un “vestito su misura” e non alla vendita di prodotti da discount (senza nulla togliere a questi ultimi, ma qui serve un efficacie paragone!). Ogni sito web realizzato dovrebbe rispecchiare appieno la nostra immagine aziendale o personale e come tale è in pratica il nostro biglietto da visita sul web, o il passaporto per la nostra identità virtuale.
E questo vale a maggior ragione se il sito in questione offre anche servizi, come ad esempio un catalogo prodotti per il commercio elettronico. Nessuno di noi vorrebbe avere un’immagine che poco lo rappresenti o, peggio, brutta o carente o magari scopiazzata da qualcun altro!

E per raggiungere questo obiettivo è chiaro che serve un certo lavoro di mani (e teste) esperte! E che quindi, come tale, va corrisposto con un adeguato compenso economico. Lavoro, per inciso, che non termina quasi mai con la realizzazione e la messa in opera del sito: il cliente va seguito ed accompagnato nel suo percorso sul web anche e soprattutto dopo, una volta che il sito è effettivamente on-line…

06/07/10

Posizionamento sui motori di ricerca…

Un articolo molto interessante di www.innovando.it conferma quello che spesso dico ai miei clienti. C’è una profonda differenza tra il disporre di un sito ben confezionato e ben indicizzato (per quel che realmente rappresenta!) ed un sito affidato ai cosiddetti “venditori di posizionamento” o esperti di keywords un tanto al chilo e cose simili.

Una volta che il sito è on-line, se ricco di contenuti “interessanti” e prodotto da gente esperta rispettando certi accorgimenti e regole precise, dopo un certo tempo verrà indicizzato dai principali motori di ricerca (Google in primis…). Successivamente si potrà procedere all’ottimizzazione del processo e, chiaramente, servono un certo tempo ed un minimo di pazienza per ottenere dei risultati apprezzabili.

E poi la storia continua: una volta ottenuto un certo posizionamento sui motori di ricerca, è molto importante anche saperlo mantenere. E per questo, purtroppo, non esistono facili scorciatoie…

26/04/10

PCLinuxOS 2010

Da pochi giorni è stata rilasciata la versione ufficiale di PCLinuxOS 2010, distribuzione Linux che da 3 anni a questa parte è il mio principale sistema operativo nonchè impagabile strumento di lavoro. PCLinuxOS è una distro con “rolling release”, ovvero che rilascia aggiornamenti a ciclo continuo: in pratica da quando ho installato la 2007 finora ho solo dovuto scaricare gli aggiornamenti via Synaptic (su base quotidiana o settimanale normalmente).

In questo caso, con la versione 2010 le novità sono tante e tali per cui è richiesta una nuova installazione. Poco male, avendo al tempo ben strutturato le partizioni (ho una /home separata più altri mount point convenienti) non dovrebbe essere un grande lavoro 🙂

Con questa release, PCLinuxOS si annuncia come una delle distro più interessanti del 2010, e come al solito si dimostra in grado di ottenere performance superiori rispetto anche alle distro “maggiori” (Ubuntu, Mandriva, OpenSuse…). Di seguito alcune delle novità principali:

  • Kernel 2.6.32.11-bfs, altamente ottimizzato per il desktop computing
  • KDE 4.4.2 completo ed ottimizzato, con driver nVidia e ATI fglrx (ma anche Gnome 2.30, LXDE, XFCE and Enlightenment E-17)
  • supporto network, wireless e printer pressochè completo
  • localizzato in 60 lingue differenti
  • OpenOffice, tradotto in oltre 100 lingue
  • tutti i principali applicativi, aggiornati all’ultima versione (Firefox 3.6.3, Thunderbird 3.0.4, Dropbox…) per un totale di oltre 12000 pacchetti disponibili
  • disponibile in versione LiveCD installabile, con aggiornamenti automatici

Di seguito alcune ottime recensioni:

Ovviamente in grande ascesa, anche su Distrowatch.

12/04/10

Very bad news for Java…


Nulla da fare, purtroppo sembra veramente che l’acquisizione di Sun da parte di Oracle, come purtroppo si temeva all’inizio, stia portanto alla fuga di moltissime teste illustri.

Proprio in questi giorno sono state annunciate le dimissioni niente meno che di James Gosling, il padre di Java. E non è il solo purtroppo…

Dovremo aspettarci presto qualcosa di nuovo da open jdk?