Responsive Design: come e perchè realizzare siti responsive?

Il tuo sito è Responsive? I tuoi visitatori riescono ad accedere comodamente da qualunque dispositivo? La parola d’ordine è mobilità, fornire applicazioni, soprattutto web, su qualunque dispositivo, in qualunque angolo del mondo.

Il Responsive Design si ottiene attraverso l’integrazione di strumenti già a disposizione da qualche anno: JavaScript, in particolar modo la libreria jQuery, e il CSS3. Serve inoltre un pizzico di organizzazione e studio, prima di iniziare a scrivere il codice, per disporre correttamente i contenuti all’interno delle pagine.

Il termine Responsive in italiano è traducibile come capacità di adattarsi, e nel caso del web è evidente che debbano essere i contenuti ad adattarsi in larghezza e altezza al proprio contenitore fisico, il display.

Dal lato CSS e HTML, in pratica il codice dovrà essere scritto per più dispositivi, o meglio per più tipologie di risoluzioni del display.

In che modo scrivere il CSS? Prima di iniziare a scrivere il codice è necessario analizzare i layout grafici del sito progettati per i vari dispositivi ed evidenziare gli elementi in comune e quelli più importanti. Questi elementi comuni possono essere il background, il colore dei testi e dei link, i bordi delle immagini, per citarne solo alcuni. I più importanti sicuramente il logo, la barra di navigazione, e il contenuto principale della pagina.

La strada migliore che possiamo intraprendere per realizzare siti Responsive è usare il CSS3. In questo caso non sarà necessario scrivere più fogli di stile, ma ne basterà uno solo. La prima parte di codice va riservata agli elementi in comune e poi occorre suddividere il resto del codice per tipologia di display.

Leggi anche l’articolo originale.

Condividi:
error: