Guida all’ottimizzazione SEO on page

Ottimizzare un sito per i motori di ricerca è un’attività che può variare di molto a seconda del tipo di portale o blog su cui si lavora: ognuno di essi possiede, infatti, delle “esigenze” diverse.

La modifica di title e meta description fa parte delle attività cosiddette SEO on-page: prima di farle però, è bene individuare un target di riferimento (pubblico) del sito e solo dopo finalizzare le nostre attività. Se saltiamo uno di questi step, infatti, rischiamo di trovarci in seria difficoltà nel seguito pertanto, per una corretta ottimizzazione SEO è necessario:

  • Capire il pubblico: dobbiamo ovvero chiederci cosa stia cercando il nostro “profilo di visitatore” ideale. Per esempio, se il nostro obiettivo è ottimizzare un sito di ecommerce, dovremo fare mente locale sulle ricerche più comuni che possono portare ai prodotti da parte dei potenziali interessati.
  • Definire lo scopo delle pagine: se il sito è gestito male dal punto di vista editoriale, è probabile che molte pagine siano difficili o impossibili da raggiungere mediante motore di ricerca. E’ un problema da risolvere.
  • Ottimizzare title e meta-description: se si effettuano modifiche sul campo title – ad esempio il titolo dell’articolo o della pagina – sulla meta-description o anche sul generico contenuto di una pagina, l’obiettivo deve essere quello di massimizzare la pertinenza tra le query di ricerca “ideali” ed il contenuto della stessa.
  • Ottimizzare gli altri elementi della pagina: come meta tags, keywords, tag H1, attributi alt e title

Condividi:
error: